AREA DONNE

L’Area Donne di Farsi Prossimo si è strutturata a partire dalla fine del 1999 su mandato della Caritas Ambrosiana che già dal 1994 aveva iniziato ad offrire ascolto ed ospitalità a giovani donne straniere vittime di traffico per sfruttamento sessuale.

Area donne

L’Area Donne di Farsi Prossimo si è strutturata a partire dalla fine del 1999 su mandato della Caritas Ambrosiana che già dal 1994 aveva iniziato ad offrire ascolto ed ospitalità a giovani donne straniere vittime di traffico per sfruttamento sessuale. Sempre più dagli anni ’90 erano infatti visibili sulle strade di Milano e provincia ragazze straniere, molte giovani, provenienti da America Latina, Paesi dell’Est e Africa (in particolare dalla Nigeria) portate in Italia con l’inganno e la coercizione, sottoposte a gravi forme di sfruttamento, violenza, riduzione delle libertà individuale configurabili come lesione dei diritti umani.

Dal 2018 l’Area Donne si rivolge anche alle donne vittime di maltrattamento intrafamiliare. In particolare opera in stretta collaborazione con la Caritas Ambrosiana che ha iniziato a prestare attenzione a questo fenomeno a metà degli anni ’90. L’intervento avviene attraverso il Se.D. – Servizio Disagio Donne, case di ospitalità e appartamenti di seconda accoglienza, L’obiettivo è quello di promuovere l’attenzione alla violenza e contemporaneamente offrire alle donne protezione e per accompagnamento in un percorso di autonomia.

Le attività svolte dall’area sono rivolte alle donne vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale, a privati cittadini, alle associazioni di volontariato, agli operatori del settore pubblico e privato e alle forze dell’ordine.

Le finalità delle attività dell’area sono le seguenti:

  • impegno per la salvaguardia e la difesa dei diritti umani e per l’acquisizione dei diritti di cittadinanza
  • impegno nella lotta contro i trafficanti di donne e minori per sfruttamento sessuale
  • aiuto alle donne vittime della tratta perché possano difendere la propria salute, riappropriarsi della propria vita e decidere del loro futura
  • attivazione di progetti individuali sia per sostenere e preparare il rientro nei Paesi d’origine, sia per facilitare l’inserimento nella nostra società

Il Servizio Donne si colloca nell’ambito delle iniziative previste dal Dlgs 286/98 e dalla legge 228/2003, con particolare riferimento all’art. 18 e 13, che prevedono misure di emersione e di protezione sociale per le donne vittime del traffico di essere umani e violenza e comprende i seguenti servizi:

SeD (Servizio disagio donne) centro anti tratta e anti violenza specializzato nell’ascolto, orientamento e consulenza che in sinergia con le case d’accoglienza “Lirì” e “Zoe” e la rete appartamenti promuove progetti residenziali di protezione sociali rivolte a donne vittima di sfruttamento sessuale e violenza. Il SeD promuove altresì percorsi di protezione sociale con presa in carico territoriale. L’Unità di strada “Avenida” si propone di offrire una relazione personale ed uno spazio significativo di incontro alle donne che si prostituiscono in strada sul territorio della città di Milano per l’emersione del fenomeno ed il possibile aggancio a servizi specialistici come il SeD.

TORNA A

AREE DI INTERVENTO

Sostieni questa area

AGGIORNAMENTI

news e approfondimenti sui progetti di quest’area.

Th!nk P!nk

Th!nk P!nk

 Farsi Prossimo partecipa (assieme a Caritas Ambrosiana) e in qualità di partner della rete antiviolenza milanese attraverso:Installazione "Il Labirinto"Convegno violenza e migrazioni  del 20/11 - vedi brochureConvegno giocare contro la violenza di genere del 20/11 -...