Whistleblowing

Farsi Prossimo si è dotata di un sistema di gestione delle segnalazioni conforme alle prescrizioni normative in materia di Whistleblowing (D.Lgs. 24/23 – per il testo integrale del decreto clicca qui).

Conseguentemente, viene garantita la protezione delle persone che segnalano, divulgano, denunciano violazioni di disposizioni normative nazionali o dell’Unione Europea che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica o dell’ente privato, di cui siano venute a conoscenza in un contesto lavorativo pubblico o privato (art. 3 D.Lgs. 24/23).

Si possono effettuare segnalazioni, attraverso il canale interno dedicato, in forma scritta (mediante la seguente piattaforma online QUI) anche in forma anonima, od orale (mediante il seguente numero di telefono 02.33000945, dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 16:00, con anche possibilità di richiesta di incontro diretto veicolata mediante i canali summenzionati – artt. 4 e 5 D.Lgs. 24/23).

Si possono segnalare violazioni consistenti in comportamenti, atti od omissioni che ledono l’interesse pubblico o l’integrità dell’amministrazione pubblica o dell’ente privato e che consistono in condotte illecite rilevanti ai sensi del D.Lgs. 231/01, riguardante la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, o dei relativi modelli di organizzazione e gestione (artt. 1, 2 e 3 D.Lgs. 24/23) e, altresì, rientranti nei numeri 3, 4, 5 e 6 dell’art. 2 c. 1 del D.Lgs. 24/23, passibili anche di divulgazione e denuncia (violazioni del diritto UE).

Si tratta, quindi, della possibilità di segnalare determinate informazioni sulle violazioni, compresi i fondati sospetti, riguardanti violazioni commesse o che, sulla base di elementi concreti, potrebbero essere commesse nell’organizzazione in cui la persona segnalante intrattiene un rapporto giuridico, nonché gli elementi riguardanti condotte volte ad occultare tali violazioni (ai fini di una puntuale verifica di quanto possa formare oggetto di segnalazioni, divulgazioni e denuncia, dei soggetti che possono segnalare, delle tutele a tal fine previste, salvo altro, clicca qui per visionare attentamente il testo integrale del D.Lgs. 24/23.

Tutti i canali di segnalazione suindicati garantiscono la riservatezza dell’identità della persona segnalante, del facilitatore, della persona coinvolta e della persona comunque menzionata nella segnalazione, nonché del contenuto della segnalazione stessa e della relativa documentazione, fatto salvo quanto ulteriormente previsto in materia dal D.Lgs. 24/23.

Leggere attentamente il testo del D.Lgs. 24/23 prima di inviare una segnalazione interna. Clicca qui per prendere visione dell’informativa sulla privacy. Per le segnalazioni esterne, invece, clicca qui per essere indirizzato alla sezione Whistleblowing del sito dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC*).

PIATTAFORMA WHISTLEBLOWING

*La scelta del canale di segnalazione (interno od esterno) non è rimessa alla discrezione del segnalante in quanto, in via prioritaria, è favorito l’utilizzo del canale interno e, solo al ricorrere di determinate condizioni (art. 6 D.Lgs. 24/23), è possibile effettuare una segnalazione esterna.