Storie

Ogni giorno viviamo di incontri, che attraversano spazi e tempi per raggiungere l’altro nel cuore della sua storia.
Incontri che accolgono, che permettono di sentirsi a casa, tra muri e luoghi concreti, tra persone, relazioni, comunità.
Incontri che si fanno strada e tempo condivisi, per restituire protezione, rispetto, sicurezza.
Incontri che sono occasioni, nuova possibilità di pensare al futuro, crescere, cambiare.
È così che ogni giorno realizziamo progetti che realizzano persone.

Cara Lampedusa

Cara Lampedusa

di Francesca Volonté, assistente sociale di Casa Suraya Cara biblioteca di Lampedusa,mi chiamo Francesca, sono un’assistente sociale e lavoro in un Centro di Accoglienza per Richiedenti Asilo a Milano. È da Casa Suraya che stiamo consegnando a voi questi quadrati di...

leggi tutto
Il tempo di Babushka

Il tempo di Babushka

Nataliia è la nostra babushka, la nonna di Casa Monluè. Ha 76 anni e due occhietti vispi. Ha lasciato tutto quello che aveva sotto le bombe russe che hanno devastato la sua terra, ma ti sorride sempre. Ama le piante e le cura con amore. Le piace che siano in ordine....

leggi tutto
Ricominciare da Calvino

Ricominciare da Calvino

Sono arrivati a Casa Suraya poco prima di Natale, nel 2019: mamma, papà e due figli. Anzi, tre. Solo che uno, il più grande, non era riuscito a fuggire con loro ed era rimasto in patria. Una famiglia discreta, pacata, silenziosa… tutti, tranne il piccolo Ibrahim, che...

leggi tutto
L’Universo di Zora

L’Universo di Zora

Ho conosciuto Zora nell’agosto 2022, una donna sola con quattro figli, tra cui uno con disabilità, semi-analfabeta, disoccupata, vittima di violenza da parte di un marito ora lontano, due occhi brillanti come gli orecchini dorati di cui si adorna e il fisico snello e...

leggi tutto
La mia strada

La mia strada

Asad ha compiuto 18 anni presso la Comunità per MSNA “Il Seme” dove è arrivato quando ne aveva quasi 15. Asad viene dal Pakistan, da un piccolo villaggio vicino alla città di Lahore. È arrivato in Italia dopo un lungo e faticoso viaggio a piedi lungo la rotta...

leggi tutto
Qualcosa di grande

Qualcosa di grande

di Francesco Tenderini educatore rete appartamenti SAI Minori Stranieri Non Accompagnati Il 2 aprile 2023 si corre la Milano Relay Marathon! Una maratona a staffetta, ti piacerebbe far parte di una squadra? Suona così l’invito rivolto a inizio marzo a educatori e...

leggi tutto
Cuore pulsante

Cuore pulsante

di Roberto Vavassori, educatore del Centro Diurno Chora Ciao Chora, dopo 6 anni passati insieme è arrivato il momento di salutarci. Ne abbiamo passate talmente tante insieme che non saprei neanche da dove iniziare; i pensieri, le emozioni, i momenti sono tanti....

leggi tutto
Puntine ostinate

Puntine ostinate

di Fabio Moretto, coordinatore del Centro Diurno Chora Una mattinata di lavoro come molte altre. Stavo percorrendo una via di Milano, per recarmi ad una delle numerose riunioni alle quali mi capita di partecipare. Improvvisamente la mia attenzione è stata catturata da...

leggi tutto
Chora come casa

Chora come casa

di Manuela di Matteo, educatrice del Centro Diurno Chora Ho lavorato presso il centro Chora per quasi 5 anni e posso dire che questa esperienza si è rivelata per me molto significativa, sia da un punto di vista professionale che anche e soprattutto da un punto di...

leggi tutto
Le parole che sorridono

Le parole che sorridono

di Debora Comito, facilitatrice linguistica del Centro Interculturale Come Se penso al mio lavoro, penso alle mille parole che conosco, che pronuncio, che penso, che sento, che scrivo e che insegno tra i banchi di scuola. Ma quando le parole non ci sono, compaiono lo...

leggi tutto
Ciao Sokahina

Ciao Sokahina

di Sara Tesco. facilitatrice linguistica del Centro Interculturale Come Ciao Sokahina, ormai non ci vediamo da più di 10 anni e alcune volte mi domando dove tu sia, che tipo di donna tu sia diventata, se sia riuscita a realizzare i tuoi sogni, ma soprattutto se tu sia...

leggi tutto
Una scommessa in movimento

Una scommessa in movimento

 di Elena Sala, volontaria Servizio Civile 2021 a Casa Suraya Tutto è iniziato un po' come una scommessa. Casa Suraya, se ci penso bene, è caratterizzata proprio da questa parola: dall'essere ogni giorno una scommessa ed una scoperta inaspettata, una totalizzante...

leggi tutto
Milano Marathon 2022 – Correre per…

Milano Marathon 2022 – Correre per…

di Serena Gentilomo e Marcelo Montalvo, educatori delle comunità La Soglia di Casa e Casa dell’Amicizia Quando alla Cooperativa è arrivata la richiesta di partecipare alla Milano Marathon per raccogliere fondi a favore del progetto Me.Te.Ora qualcuno ha pensato di...

leggi tutto
L’angolo della Bellezza

L’angolo della Bellezza

di Anna Sironi, tirocinante in Casa Suraya per il Master in Relazioni d’aiuto in contesti di sviluppo e cooperazione nazionale ed interazionale, Università Cattolica del Sacro Cuore Ho iniziato il mio tirocinio a Casa Suraya sette mesi fa e finalmente posso dire di...

leggi tutto
Hennè e una foglia verde brillante

Hennè e una foglia verde brillante

di Sabrina Colombo Era tutto pronto: la lista degli invitati, il salone della cerimonia, l’henné. Poi il caos, il terrore, la fuga. Evacuati su aerei militari a Roma, sono arrivati la notte del 10 settembre al Centro dove il loro viaggio si è incrociato con il nostro....

leggi tutto
Io farò l’idraulico

Io farò l’idraulico

di Elena Jona educatrice appartamenti MSNA Conosco Tawfiq nell’agosto del 2019. Pochissime parole di italiano e due occhi pieni di paura. Quella paura di quando sei senza documenti, che se ti fermano per strada non puoi neanche dimostrare chi sei. Tanti viaggi a Roma...

leggi tutto
Un signore molto saggio

Un signore molto saggio

di Elena Jona operatrice dell'Ortoprossimo C’era una volta un signore molto saggio, il suo aspetto lo tradiva: smilzo, di statura media, umile nei modi. Nessuno avrebbe mai pensato che dentro a quel corpo esile e minuto si potesse celare un carattere deciso e...

leggi tutto
La terra dentro

La terra dentro

di Christian Boniardi e Cinzia Torchiana del centro SAI Casa Monluè Cosa significa “sentirsi a casa” per un rifugiato? Domanda difficile, certo. Che poi, in realtà, il quesito è arduo anche per ogni uomo, ogni donna: dov’è casa? Cos’è casa? Quando ci si sente a casa?...

leggi tutto